Trattamenti Specifici per Linfedema Post-Mastectomia

È stata ormai ampiamente stabilita una stretta correlazione tra gli interventi di mastectomia al seno e l'insorgenza del linfedema.
In molti casi durante gli interventi di mastectomia si verifica la necessità di asportare i linfonodi ascellari; questo causa un rallentamento nella circolazione della linfa nel braccio, che infatti è la tipica zona colpita da questo tipo di linfedema, con il quale 1 donna su 4 si trova a dover convivere.

Ma cos'è il Linfedema?
Il linfedema consiste nell'accumulo della linfa, sostanza che scorre nelle vie linfatiche e che ha il compito di drenare i liquidi in eccesso che si accumulano nell'organismo.
Il rallentamento della circolazione di tale sostanza fa si che essa stessa si accumuli, causando ritenzione di liquidi e conseguente gonfiore dell'arto.

Purtroppo spesso il Lindefema Post-Mastectomia tende a ripresentarsi periodicamente; diventa quindi una conseguenza dell'intervento con la quale molte donne si trovano a dover fare i conti.
Proprio per questo è importante rispondere tempestivamente con una terapia adeguata.

Nel nostro Centro, terapisti altamente qualificati eseguono il Linfodrenaggio, il massaggio fisioterapico mirato a stimolare la normale circolazione linfatica e a ristabilire la corretta espulsione dei liquidi in eccesso, sgonfiando di conseguenza gli arti.
Il Linfodrenagigo viene eseguito dal fisioterapista senza l'ausilio di oli, che annulla l'attrito necessario ad ottenere i risultati desiderati.
A seconda dello stato del linfedema saranno necessarie più o meno sedute, che verranno stabilite dal fisioterapista in base al caso specifico di ogni paziente.

Richiesta Informazioni

Invia