Luce pulsata elettromedicale

COME FUNZIONA

La luce pulsata ad alta intensità o IPL (dall’inglese intense pulsed light) è una terapia fisica, non invasiva ed indolore, usata in medicina estetica per il trattamento di diversi inestetismi come macchie cutanee, peli superflui, invecchiamento del viso e delle mani, capillari o teleangectasie, follicoliti. La IPL emette una luce ad ampio spettro che, opportunamente selezionata da speciali filtri, agisce su uno specifico target attraverso il principio fisico della fototermolisi selettiva.

Un tessuto biologico colpito dalla luce pulsata assorbe energia che si trasforma in calore. Non tutti i tessuti assorbono e trasformano l’energia allo stesso modo da qui la necessità di selettività target specifica. L’impiego di diversi filtri ci consente di lavorare con lunghezze d’onda diverse per trattare situazioni cliniche differenti.


PRINCIPALI INDICAZIONI TERAPEUTICHE E CASI DI APPLICAZIONE

PELI SUPERFLUI: l’effetto termico, attraverso la melanina del pelo (target), danneggia il bulbo pilifero che si trova nella fase di crescita denominata anagen. Non essendo la crescita dei peli sincrone sono indicativamente necessarie dalle 5 alle 7 sedute con 2 sedute annue di mantenimento. La crescita del pelo è comunque soggettiva e risente di alterazioni ormonali e influenze farmacologiche. Per indicazione della comunità scientifica internazionale i trattamenti dei peli superflui sono denominati come “riduzione permanente dei peli”.

MACCHIE CUTANEE: dove correttamente indicata (è sempre necessaria valutazione medica) provoca uno schiarimento importante delle pigmentazioni cutanee quali melanosi, melasma, lentigo, inducendo una distribuzione selettiva della melanina, pigmento responsabile della macchia stessa. Possono indicativamente essere necessarie 5/6 sedute.

LESIONI VASCOLARI: mediante fotocoagulazione è possibile trattare i piccoli capillari e le teleangectasie come couperose o la rosacea del volto o teleangectasie cutanee (target emoglobina). Necessitano indicativamente 6/7 sedute.Con questa metodica possono essere trattati peli chiari o rossi.

INVECCHIAMENTO: del viso, decolletè e mani. La metodica, denominata fotoringiovanimento, permette di stimolare i fibroblasti del derma con conseguente produzione e rimodellamento del collagene e dell’elastina migliorando la texture cutanea levigando le rughe, con risultati durevoli nel tempo. L’IPL per l’azione antisettica può essere indicata nelle follicoliti e nell’acne.


CONTROINDICAZIONI

- Gravidanza e allattamento

- Assunzione di farmaci fotosensibili

- Lesioni cutanee sospette nelle zone da trattare

- Malattie autoimmuni, del collagene

- Difetti di cicatrizzazione

- Pacemaker o defibrillatore impianti

- Epilessia


PER UN BUON TRATTAMENTO

IN CASO DI EPILAZIONE: 2/3 giorni prima del trattamento è consigliabile effettuare una rasatura con lametta per avere peli di circa 1 mm. Evitare di sottoporsi prima e dopo la terapia a scrub invasivi ed alla luce solare.

Risulta molto utile utilizzare creme emollienti e lenitive dopo il trattamento. Evitare trattamenti con ceretta tra un trattamento e il successivo. La IPL è comunque un trattamento da effettuarsi mano medica previa valutazione iniziale.

Il medico valuterà le indicazioni e le controindicazioni caso per caso.


Guarda il video sui risultati del trattamento sulle macchie cutanee

Richiesta Informazioni

Invia