Pilates in Acqua

IL METODO PILATES

“Poco movimento ben programmato ed eseguito con precisione in una sequenza bilanciata ha lo stesso valore di ore di contorsioni forzate e fatte in modo approssimativo”, sosteneva Joseph H. Pilates in persona.
Il Pilates è un metodo che implica sia una componente mentale sia una componente fisica e la vera forza di questo metodo risiede nella respirazione come per tutte le discipline orientali. Ogni movimento nel pilates si riflette in posizioni naturali, che vengono eseguite col solo carico naturale del corpo; per il pilates, inoltre, la respirazione serve a raggiungere la concentrazione ed eseguire correttamente gli esercizi.

Tramite più di 500 esercizi base, i muscoli vengono rafforzati, allungati e tonificati, ma senza l’aumento sproporzionato della massa muscolare. Ma la vera arma è “la completa coordinazione di corpo, mente e spirito. La realizzazione ed il mantenimento di un corpo sviluppato uniformemente con una armonia mentale in grado di svolgere quotidianamente i molti e vari compiti con naturalezza, facilità e con piacere”.

Per tanto tempo questo metodo è stato usato esclusivamente a “secco” ed ha tutt'oggi i suoi successi; ma allora perché riportare questo metodo anche in acqua?

I primi vantaggi sono l’ovvia riduzione di peso (per le vari leggi fisiche in acqua pesiamo di meno) che permette anche a chi ha problemi articolari o a chi è reduce da un infortunio, di recuperare più velocemente. La fatica inoltre è quasi nulla infatti viene percepita come inesistente. Un'altra caratteristica dell'acqua è quella di offrire una maggiore resistenza, cosa che è utilissima proprio nel pilates, laddove il mantenere la posizione e il diaframma contratto possono risultare davvero difficili e molto faticosi a terra.
Oltre ad aspetti funzionali, l’acqua ha innumerevoli vantaggi anche sotto il profilo psicologico. Pensiamo ad esempio alle persone in soprappeso, spesso evitano l’attività fisica; in acqua, questo problema viene superato in quanto permette a tutti di esprimersi liberamente in armonia col proprio corpo.


CARATTERISTICHE DEL CORSO

I movimenti vengono eseguiti con l’acqua che arriva alla vita o appena sotto al petto o completamente immersi, in base al tipo di esercizio. Le lezioni iniziano con una serie di esercizi di riscaldamento generale per prendere confidenza con le nuove tecniche ed il nuovo ambiente di lavoro, l’acqua. La temperatura della piscina deve essere compresa tra i 28 ed i 32°C. Il Pilates è un lavoro che richiede tempo e l’acquisizione dei gesti motori, la concentrazione, il controllo del corpo e della respirazione si raggiungono solo dopo diverse sedute di allenamento ma dopo un mese di lezioni ci possiamo considerare bravi nel Pilates. Per le donne in gravidanza il Pilates in acqua rappresenta una attività in grado di regalare innumerevoli vantaggi perchè l’acqua permette di modulare l’intensità dello sforzo e una futura mamma potrebbe proseguire l’attività sino alle ultime settimane prima del parto e riprenderla dopo un tempo veramente breve. 


ESERCIZI

In generale gli esercizi utilizzati, sono quelli classici con alcuni adattamenti dovuti al diverso ambiente di lavoro. Alcuni esercizi supini o proni potranno essere eseguiti mentre altri no. Per farlo sarà utile servirsi di attrezzature come l'acquatube mentre alcuni esercizi saranno fatti in stazione eretta con l’acqua all’altezza della vita o delle spalle. Un valido supporto all’allenamento è rappresentato anche da bande elastiche che potranno essere ancorate sui bordi della piscina per allenare braccia e gambe.


ORARI

lunedì: 13-14

martedì e giovedì: 11-12

mercoledì: 13-14 e 18.15-19.15

venerdì: 19-20


Richiesta Informazioni

Invia